Certificazione-Energetica.com
Preventivi Attestato Prestazione Energetica
Pubblicità

News

Caro benzina: la soluzione è passare a gpl e metano. Arrivano incentivi

Secondo le ultime stime, un pieno per un’auto normale costa ormai 90 euro. Decisamente più convenienti il gpl o il metano e chi non può comprare un’auto nuova, può pensare alla conversione della propria vettura anche grazie ai nuovi incentivi.

Non è un mistero: la “verde” sta raggiungendo rapidamente quota 2 euro al litro. Secondo le stime di Coldiretti il prezzo del pieno per un’automobile media con un serbatoio di 50 litri ha ormai superato i 90 euro (+17,4% in un anno) e lo stesso vale per il diesel che, negli ultimi tre anni, è aumentato del 60%. Un costo esorbitante che pesa molto sulle tasche degli italiani. Al momento – prima che i prezzi si alzino – l’alternativa migliore è quella del passaggio al gpl o al metano. Dall’ultima elaborazione dell’Osservatorio Metanautocon l’attuale struttura dei prezzi dei carburanti con 10 euro un’auto di media cilindrata può arrivare a percorrere 158 km se alimentata ametano97 km se a gpl, 69 km se a diesel 58 km se a benzina. A oggi, il gpl costa circa 0,795 centesimi di euro al litro, mentre il metano si attesta in media attorno a 0,94 al chilo.

Nonostante le offerte commerciali del momento, che prevedono allo stesso prezzo delle auto a carburante tradizionale quelle a gpl o a metano, non tutti possono acquistare un nuovo modello. Una possibile soluzione è la conversione della propria vettura grazie anche ai nuovi incentivi.

Trasformazione
Per trasformare la propria auto in una vettura a gpl o metano il primo passo è recarsi in un’officina specializzata e valutare se il modello di auto sia convertibile e, nel caso, quale sia il sistema migliore da installare. La conversione dell’auto può avvenire in officina nel giro di qualche giorno.
Di norma, tutte le auto alimentate a benzina, acarburatore, a iniezione e a iniezione con marmitta catalitica, a esclusione delle auto a iniezione diretta, possono essere convertite a gas. Lo possono essere anche le auto a motore diesel, ma l’intervento non è ancora vantaggioso dal punto di vista economico poiché comportano una radicale modifica della struttura del motore (fonte: Landi Renzo).


Costi
I costi di conversione sono stati fissati dal “Listino Prezzi Massimi” depositato nel 2011 al Ministero per lo Sviluppo Economico (MSE) concordato con le associazioni rappresentative della categoria “artigiani”. 
Per il passaggio al gpl i costi sono questi: auto a carburatori o a iniezione, 800 euro; impianto a controllo della carburazione: 1.200 euro; impianto a iniezione gassosa, 1.650; impianto a iniezione sequenziale, 1.800 euro.
Per il passaggio a metano: auto a carburatori o a iniezione, 1.400 euro; impianto a controllo della carburazione, 1.750 euro; impianto a iniezione gassosa, 2.300 euro; impianto a iniezione sequenziale, 2.400 euro.

Eventuali extra da aggiungere sono: serbatoi toroidali (gpl), speciali, alta capacità: 100 euro; indicatore di livello, 50 euro; variatore di fase (metano), 100 euro. Per il collaudo e la gestione amministrativapuò essere richiesto un contributo fino a 130 euro.

Incentivi
Sono 629 i comuni che hanno aderito alla Convenzione ICBI (Iniziativa carburanti a basso impatto) che prevedono il ritorno degli incentivi per l’installazione di impianti di alimentazione metano ogpl sulle autovetture private commerciali alimentate a benzina per le persone giuridiche che abbiano sede legale o operativa in un comune aderente alla convenzione.
Innanzitutto è necessario fare richiesta online dei contributi (che verranno assegnati in ordine cronologico), poi si procede con l’anticipazione del contributo da parte dell’installatore e il rimborso diretto dell’incentivo all’officina. Gli incentivi sono così ripartiti:

  • 500 euro per il collaudo di un impianto di alimentazione a gpl sul proprio veicolo Euro 2/Euro 3 immatricolato dopo il 01/01/1997
  • 650 euro per un impianto di alimentazione a metano sul proprio veicolo Euro 2/Euro 3 immatricolato dopo il 01/01/1997

Per i veicoli commerciali inferiori a 3,5t il contributo è di:

  • 750 euro per le trasformazioni a gpl di veicoli Euro 2/Euro 3 immatricolati dopo il 01/01/1997
  • 1.000 euro per le trasformazioni a metano di veicoli Euro 2/Euro 3 immatricolati dopo il 01/01/1997

C’è da dire che il fondo disponibile ammonta complessivamente a 1.785.309,26 euro. Presumibilmente, dunque, l’agevolazione non durerà che qualche settimana e consentirà di effettuare circa 4.500 trasformazioni.

viaCaro benzina: la soluzione è passare a gpl e metano. Arrivano incentivi – Novità & Trends – News – Virgilio GO GREEN.




Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Siti Partner

Vacanze con i Bambini

EnergeticAmbiente.it

TOP100-SOLAR

Guide di Viaggio


Comments
  • massimo giordano: SALVE MI POTETE CONTATTARE PER 1 CERTIFICAZIONE A.P.E. PER 1 APPARTAMENTO DA DARE IN LOCAZIONE. ASPETTO VOSTRE NOTIZIE. GRAZIE E BUONA GIORNATA .ARTEMIDE CONSULTING SAS MASSIMO GIORDANO CELL: 334-167.90.56 EMAIL: massimo_giordano2002@hotmail.com
    View Post
  • paolo: consiglio segnalare la truffa al 117 GDF.
    View Post
Archivi