Certificazione-Energetica.com
Preventivi Attestato Prestazione Energetica
Pubblicità

News

Detrazione 50% – Domande e Risposte sul Bonifico

Dal primo gennaio 2012 la detrazione delle spese sostenute per gli interventi di
ristrutturazione edilizia si è stabilizzata: per il periodo che va dal 26 giugno 2012 al 30
giugno 2013 il bonus è pari al 50% dopodichè tornerà al 36%.
La possibilità di detrarre dalla dichiarazione dei redditi le spese sostenute è concreta
qualora vengono soddisfatte le procedure e gli adempimenti burocratici previsti.
Il bonifico bancario gioca un ruolo fondamentale, come operare correttamente per non perdere la detrazione?

.
Chi deve effettuare il bonifico
Per accedere alle detrazioni fiscali del 50% è necessario il pagamento tramite bonifico,
con i dati richiesti dalla legge.
L’obbligo incombe sui contribuenti richiedenti soggetti a Irpef.
Come va effettuato?
Per effettuare il bonifico va utilizzato un apposito modulo che banche e poste
predispongono allo scopo, non quello ordinario.
Alcuni istituti consentono di effettuare tali questi bonifici anche on-line; in tal caso
occorre utilizzare l’apposita sezione spesso denominata “bonifico per agevolazioni
fiscali”.
Come compilare il bonifico e quali dati inserire?
Le informazioni che raccomandiamo di inserire per effettuare il bonifico sono le
seguenti:
– causale con riferimento esplicito alla tipologia di pagamento (ad esempio anticipo,
saldo, etc.)
– data e numero di fattura corrispondente (o ricevuta)
– codice fiscale di chi effettua il pagamento (anche più di un soggetto)
– partita IVA (o il codice fiscale) di chi riceve il pagamento
– intestazione di chi riceve il pagamento
Quando non è necessario effettuare il bonifico?
Non vi è l’obbligo di bonifico per i pagamenti (che comunque godono
dell’agevolazione fiscale) effettuati a soggetti non tenuti alle disposizioni del D.P.R.
633/1972.
Si tratta, in particolare, di pagamenti che possono essere effettuati ad
amministrazioni pubbliche, riguardanti ad esempio:
– gli oneri di urbanizzazione relativi alle opere eseguite, l’imposta di bollo e i diritti
pagati per i permessi di costruire;
– le ritenute di acconto operate sui compensi: esse non risulteranno nel bonifico, ma
saranno riportate solo sulla fattura;
– le spese sostenute per il personale dall’imprenditore edile che fa un intervento a
casa propria. L’utilizzo risulterà comunque dalla contabilità tenuta
dall’imprenditore stesso.




Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Siti Partner

Vacanze con i Bambini

EnergeticAmbiente.it

TOP100-SOLAR

Guide di Viaggio


Comments
  • massimo giordano: SALVE MI POTETE CONTATTARE PER 1 CERTIFICAZIONE A.P.E. PER 1 APPARTAMENTO DA DARE IN LOCAZIONE. ASPETTO VOSTRE NOTIZIE. GRAZIE E BUONA GIORNATA .ARTEMIDE CONSULTING SAS MASSIMO GIORDANO CELL: 334-167.90.56 EMAIL: massimo_giordano2002@hotmail.com
    View Post
  • paolo: consiglio segnalare la truffa al 117 GDF.
    View Post
Archivi