Certificazione-Energetica.com
Preventivi Attestato Prestazione Energetica
Pubblicità

News

Il regime dei controlli in Valle d’Aosta

Fino al 30 giugno 2014 non saranno applicate le sanzioni previste, l’Arpa effettuerà sopralluoghi

La Valle d’Aosta chiarisce come vengono controllati e in quali errori possono incappare gli attestati di certificazione energetica, indicando anche i termini da cui decorre l’applicazione delle sanzioni.
Come ricordato dal prospetto riassuntivo pubblicato sul suo sito web, la LR 26/2012 ha introdotto i controlli sugli attestati di certificazione energetica degli edifici per verificarne la completezza e la regolarità dei dati utilizzati e dei risultati.

La Delibera di Giunta 2165/2013 ha poi stabilito nuovi criteri di selezione del campione di ACE da sottoporre a verifica e le modalità di controllo.

Fino al 30 giugno 2014 ci sarà una fase transitoria in cui non saranno applicate le sanzioni previste all’articolo 53 della legge regionale. Durante questa fase sono già stati selezionati due lotti. Nel primo, composto da 60 ACE, è stata data ampia rilevanza agli attestati prodotti nell’ambito del finanziamento di audit su edifici di proprietà degli enti locali a valere su fondi POR/FESR 2007/2013. Nel secondo lotto da 50 ACE sono controllati gli attestati prodotti per edifici nuovi per i quali sia stata inoltrata un’istanza di contributo a valere sulla LR 26/2012 e gli ACE consegnati e caricati sul Portale Energia dai tecnici comunali nel periodo compreso tra il primo aprile 2013 e il 30 settembre 2013.

Una volta a regime, il campionamento risulterà trimestrale. La selezione del campione è effettuata, sulla base dei criteri definiti nell’Allegato alla Delibera 2165/2013, dal COA Energia di FINAOSTA S.p.A., mentre il controllo viene effettuato dalla Sezione Energia di ARPA. Dopo aver estratto il campione, il COA energia informa i certificatori coinvolti dal controllo, chiedendo loro di fornire ad ARPA la documentazione necessaria entro 30 giorni dalla data di comunicazione. L’ARPA può comunque effettuare un sopralluogo presso l’edificio oggetto di controllo per verificare la congruità della documentazione presentata.

L’ARPA procede al controllo dell’ACE ricalcolando, sulla base della documentazione fornita e tramite la stessa versione del software Beauclimat impiegata dal certificatore energetico, il risultato corretto di prestazione energetica globale dell’edificio. In caso di presunto esito negativo, fornisce al certificatore la possibilità di effettuare un contraddittorio.

La Regione ricorda inoltre che tutti gli ACE validati sul portale energia, redatti per nuova costruzione, trasformazione edilizia, trasferimento di proprietà, richiesta volontaria, locazione, devono essere consegnati in Comune o presso lo sportello unico territorialmente competente entro 90 giorni dalla data di validazione. In caso contrario, il proprietario può essere punito con una sanzione amministrativa come previsto all’art. 53, comma 13 della LR 26/2012.




Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Siti Partner

Vacanze con i Bambini

EnergeticAmbiente.it

TOP100-SOLAR

Guide di Viaggio


Comments
  • massimo giordano: SALVE MI POTETE CONTATTARE PER 1 CERTIFICAZIONE A.P.E. PER 1 APPARTAMENTO DA DARE IN LOCAZIONE. ASPETTO VOSTRE NOTIZIE. GRAZIE E BUONA GIORNATA .ARTEMIDE CONSULTING SAS MASSIMO GIORDANO CELL: 334-167.90.56 EMAIL: massimo_giordano2002@hotmail.com
    View Post
  • paolo: consiglio segnalare la truffa al 117 GDF.
    View Post
Archivi