Certificazione-Energetica.com
Preventivi Attestato Prestazione Energetica
Pubblicità

News

Risparmio energetico, il Trentino stenta

Ancora pochi gli immobili certificati nelle fasce alte. In totale rilasciati 5432 attestati in tre anni
Da fine 2009, anno in cui è entrata in vigore la nuova normativa sulla certificazione energetica degli edifici, a fine 2012, sono 5.432 gli attestati rilasciati in Trentino. L’obiettivo di avere un parco immobiliare altamente efficiente si sta avvicinando, dato che il 25,4% degli edifici certificati nella Regione rientra nelle categorie ad alte prestazioni per quanto riguarda i consumi (ovvero A+, A, B e B+), contro il 25,4% degli edifici che è stato classificato come poco performante (classi G e F). Questi i dati elaborati da Senaf in occasione di Proenergy+ – l’evento professionale dedicato all’efficienza energetica e alle energie rinnovabili che si terrà a PadovaFiere dall’11 al 13 aprile – su base dei dati forniti da Odatech – l’Organismo di Abilitazione per la Certificazione Energetica degli Edifici della Provincia di Trento.

Tornando ai dati, risulta piuttosto evidente che in Trentino non tutti gli edifici si possono dire “risparmiosi”: l’8,7% degli immobili per cui è stata rilasciata la certificazione risulta essere registrato in classe F e il 12,9% in classe G. Guardando alle certificazioni ottenute per edifici altamente performanti, a Trento il 7,8% degli immobili ha ottenuto la certificazione energetica classe B+, il 7% ha ottenuto quella in classe A e un piccolo 3,9% quella A+. Un dato che proviene in gran parte dalle “nuove costruzioni”, e che evidenzia perciò la necessità di puntare maggiormente su politiche che incentivino la riqualificazione energetica sul patrimonio già esistente. Analizzando, invece, la provenienza delle domande si vede che in Trentino la maggior parte di quelle concesse proviene dal segmento del residenziale (circa l’87,1%), mentre il resto dal non residenziale (circa 12,9%). Analizzando la classe della registrazione dell’immobile, emerge che in entrambi i casi la quota di edifici classificati con classe A o A+ è ancora bassa: nel residenziale quelli in classe A sono il 7,2% sul totale e quelli in A+ sono il 4%; nel non residenziale, invece, sono pari al 5,3% quelli in A e al 3,1% quelli in A+.

Contenuta nel decreto ministeriale del giugno 2009 la certificazione energetica attesta il rendimento energetico di un edificio.

A partire dal 1° gennaio 2012, essa è obbligatoria




Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Siti Partner

Vacanze con i Bambini

EnergeticAmbiente.it

TOP100-SOLAR

Guide di Viaggio


Comments
  • massimo giordano: SALVE MI POTETE CONTATTARE PER 1 CERTIFICAZIONE A.P.E. PER 1 APPARTAMENTO DA DARE IN LOCAZIONE. ASPETTO VOSTRE NOTIZIE. GRAZIE E BUONA GIORNATA .ARTEMIDE CONSULTING SAS MASSIMO GIORDANO CELL: 334-167.90.56 EMAIL: massimo_giordano2002@hotmail.com
    View Post
  • paolo: consiglio segnalare la truffa al 117 GDF.
    View Post
Archivi