Certificazione-Energetica.com
Preventivi Attestato Prestazione Energetica
Pubblicità

News

WWF: “Obiettivo 2050, 100% rinnovabili”

Il WWF Italia ha presentato al Ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, il rapporto “Obiettivo 2050 – per una roadmap energetica al 2050” – realizzato da Ref-e (Economics engineering energy environment), che traccia il percorso ‘taglia-emissioni’ che l’Italia dovrà seguire per i prossimi 40 anni, fino al 2050, formulato su misura per il nostro paese, come unica opportunità di crescita in chiave sostenibile.

Nei prossimi giorni il WWF consegnerà il dossier al Ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera, e al Sottosegretario con delega all’Energia Claudio De Vincenti, per offrire al Governo, anche in occasione della nuova Strategia Energetica Nazionale, una soluzione concreta e una visione di lungo termine che permetta all’Italia di salvaguardare allo stesso tempo le prerogative delle politiche sui cambiamenti climatici e quelle legate al mondo del lavoro, restando coerente con gli obiettivi europei ‘20-20-20′ del pacchetto clima ed energia, che stabiliscono per gli Stati dell’Eurozona il raggiungimento entro il 2020 del 20% di riduzione dei gas serra, risparmio energetico e rinnovabili.

Il lavoro presentato da REF-E illustra come il settore elettrico possa da solo annullare al 2050 le proprie emissioni climalteranti pur fornendo quasi la metà del fabbisogno energetico del nostro Paese. Questo grazie a tre pilastri: 1) l’efficienza energetica negli usi finali; 2) il trasferimento di parte della domanda energetica sui consumi elettrici; 3) il pieno soddisfacimento della domanda elettrica attraverso il ricorso alle fonti rinnovabili.
Lo studio sottolinea come non sia la variabile tecnologica né quella economica a rappresentare la maggiore difficoltà, bensì quella relativa alle politiche su energia e cambiamenti climatici che sono state assolutamente discontinue e piene di contraddizioni.

Il piano proposto dal WWF individua tre capisaldi del percorso ‘salva-clima’ che l’Italia dovrà intraprendere – seguendo l’esempio di Germania e Regno Unito – per attenersi alla tabella di marcia con cui l’Unione Europea mira a ridurre le proprie emissioni di gas serra dell’80-95% entro il 2050 rispetto ai livelli del 1990. Puntare sull’efficienza energetica diminuendo i consumi del 40% al 2050 rispetto al 2010, introducendo un obiettivo vincolante di riduzione in termini assoluti (e non in termini relativi o indicativi come fino ad oggi previsto); dirottare la domanda di energia, soprattutto del comparto industria e trasporti, dalle fonti primarie non rinnovabili (combustibili fossili, nucleare ecc.) sul settore elettrico, incrementando il contributo di quest’ultimo dall’attuale 20% al 43% nel 2050 (il 30% in più rispetto al 2010); raggiungere il 100% di rinnovabili nel settore elettrico che, con una ‘iniezione’ di energia pulita di 8TWh in più ogni anno, ridurrà del 97% le proprie emissioni di CO2 rispetto al 1990.

LEGGI TUTTO




Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Siti Partner

Vacanze con i Bambini

EnergeticAmbiente.it

TOP100-SOLAR

Guide di Viaggio


Comments
  • massimo giordano: SALVE MI POTETE CONTATTARE PER 1 CERTIFICAZIONE A.P.E. PER 1 APPARTAMENTO DA DARE IN LOCAZIONE. ASPETTO VOSTRE NOTIZIE. GRAZIE E BUONA GIORNATA .ARTEMIDE CONSULTING SAS MASSIMO GIORDANO CELL: 334-167.90.56 EMAIL: massimo_giordano2002@hotmail.com
    View Post
  • paolo: consiglio segnalare la truffa al 117 GDF.
    View Post
Archivi